Il Reiki è una pratica di autoguarigione riscoperta da Mikao Usui, monaco giapponese insegnante di teologia. La parola è composta da due termini REI e Ki, REI significa Energia Universale e KI energia fisica individuale. Attraverso il Reiki l’Energia Universale fluisce nel nostro corpo portando in ogni cellula nuova energia vitale che ci aiuta ad alleviare malesseri fisici di varia origine, dolori mestruali, articolari ed emicranie, insonnia, stress ed ansia.
Il Reiki è una strada di crescita personale che ci mette in contatto con la capacità di ritrovare in noi stessi forza e determinazione, ci dà la possibilità di guarire le ferite del cuore e di ritrovare armonia e benessere.
“Il Reiki per me è stato un cammino di crescita personale e di evoluzione spirituale, mi ha guidato a fare dei cambiamenti risolutivi e a riconoscere ed apprezzare la mia unicità.”
L’attivazione al Reiki viene attuata durante i seminari, nei quali il percorso di autoguarigione naturale diviene operativo. Il Reiki ha tre livelli:

  • Il primo livello è volto soprattutto ad alleviare i sintomi fisici, attenua o dissolve disturbi di vario genere in quanto riattiva i processi vitali rigenerando le cellule. Il Reiki possiamo innanzi tutto donarlo a noi stessi, già ponendo le mani sul cuore il respiro si rilassa e sentendo il calore, il cuore si rasserena. Possiamo poi mettere le mani sulla gola, sul fegato, sullo stomaco, su ogni punto del nostro corpo ed il dolore fisico si attenua o scompare.
  • Il secondo livello agisce anche a distanza e soprattutto a livello mentale. Aiuta ad individuare  la causa responsabile della malattia dando alla persona la possibilità di rimuoverla. Questo evita il ripresentarsi in futuro dello stesso malessere o di un malessere diverso, ma proveniente dalle stesse cause. Si riesce così a mantenere il proprio equilibrio emozionale in uno stato di armonia con se stessi e con il prossimo.  Si può mandare Reiki a distanza a chi ne ha bisogno per qualsiasi motivo, un esame, un intervento operatorio, una situazione difficile, un disaccordo al lavoro o con le persone che amiamo. Ci è di grande aiuto per cambiare le forme pensiero che ci fanno vivere nell'ansia e sulla difensiva, per ritrovare un attitudine positiva nel vivere le prove della vita.
  • Il Reiki di terzo livello consente di diventare master e questo passo significa assumersi ancor più completa responsabilità personale, vivere in ogni momento con presenza e consapevolezza in quanto si ha la possibilità di trasmettere l'insegnamento ad altre persone con l'impegno di guidarle nel loro percorso. Nel terzo livello si comprende che  il potere  del Reiki è uguagliabile al potere della preghiera, in quanto cambiando le nostre forme pensiero cambiamo le forme pensiero dell'umanità e del pianeta. Possiamo dare il nostro contributo visualizzando per qualche minuto al giorno la terra e l'umanità immersa nella pace, nella fiducia e nell'amore, inviando i simboli Reiki che ne potenziano le vibrazioni. Essere master per me è un grande onore e quando insegno Reiki sento di entrare in contatto diretto con la Luce, nasce in me un profondo senso di ringraziamento all’Energia dell’Universo.